Signori 379 giorni senza Pallacanestro son tanti, poi a Campli è come togliere a un leone la savana, o uno squalo bianco l’immensità dell’Oceano. Quì in terra farnese è come togliere l’ossigeno alle persone. Un anno e più di fermo sportivo è come un lungo viaggio che molte volte non vedeva la fine, come se ti trovassi fermo novello Dante Alighieri, piantato nelle salite del Purgatorio per accedere al Paradiso e vedere la grandiosità di Dio.
Nei 700 anni dalla morte del sommo poeta ripartiamo per quel nostro dio che è la palla a spicchi proprio dalla sua chiusa al 33esimo Canto del Paradiso: “A l’alta fantasia qui mancò possa; /ma già volgeva il mio disio e ’l velle,/ sì come rota ch’igualmente è mossa, […]”.
Il fiorentino qui era quasi giunto al termine del suo viaggio, noi camplesi lo abbiamo appena ripreso, però questa prima partita della stagione 2020/2021 contro la Virtus Porto San Giorgio col pensiero ci ha portato proprio lì. Non a caso la terzina suona così: “All’immaginazione ora mancò la capacità, ma già il mio desiderio ed il volere erano soddisfatti, […]” manca tanto alla normalità, manca ancora molto; il pubblico, i cori, il calore del Palazzetto, sì corriamo come l’immaginazione di Dante, ma perdonateci: siam farnesi e fatti non fummo per viver senza pallacanestro. Sì siamo soddisfatti, perché la ripartenza non era una cosa dovuta e scontata, come la prima vittoria di questa era covid ma ce la siamo presi con un secondo quarto di contenimento e un terzo chirurgico a scavare il solco decisivo. La partita ha avuto i suoi alti e bassi, ma è nella normalità per una squadra che non compete da un bel po’ in un Campionato. Onore a Porto San Giorgio di coach Del Buono (ex farnese nella stagione 1995/1996 della Campli a guida Stefano Vanoncini) squadra coriacea che darà fastidio nel girone. Un plauso a i nostri che partendo in sordina e un po’ con le gambe tremanti per l’emozione della nuova prima volta si sono saputi dare ordine sotto le strigliate di coach Tarquini. Bell’inizio che potrebbe regalare come al sommo: “l’amor che move il sole e l’altre stelle.” Prossimo giro di sirena sabato a Fossombrone seconda tappa del nostro viaggio. Con il cuore forza Campli e come sempre molleremo solo dopo l’ultima sirena.

Di seguito il tabellino partita:

FARNESE PALLACANESTRO – B-CHEM VIRTUS PORTO SAN GIORGIO 68-56

FARNESE: Alleva, Chiodi, Fathallah, De Sanctis 9, Palantrani 22, Di Luca 8, Scortica 10, De Laurentiis 4, Nolli 6, Vona 6, Dakraoui 3. Coach: Tarquini —- B-CHEM VIRTUS PORTO SAN GIORGIO: Facciolà 2, Guenci 7, Mc Henry 15, Milanovic, Treggiari 11, Razzi 3, Moretti, Cesana 4, Del Buono Andrea 8, Perini 6. Coach: Del Buono Pierpaolo — ARBITRI: Di Santo di Chieti e De Carlo di Pescara
NOTE: parziali: 15-22, 27-38, 53-45. 5 falli: De Laurentiis. Fallo tecnico a De Laurentiis, fallo antisportivo a Del Buono Andrea